Il Direttore d’orchestra Arturo Toscanini nacque a Parma il 25 marzo 1867 e sin da piccolo dimostrò grande interesse per la musica lirica. Studiò violoncello, composizione e armonia alla Regia scuola di Musica e si diplomò con lode.

All’età di diciannove anni iniziò la sua carriera: fu improvvisamente chiamato a dirigere l’Aida a Rio de Janeiro. Nel 1895 diresse la prima della Bohème di Puccini al Teatro Regio di Torino.

Il 26 dicembre 1898, quando diresse i Mestri Cantori di Norimberga, cominciò l’indissolubile legame con la Scala di Milano.

Nei primi anni del ‘900 affiancò Gustav Mahler al Metropolitan di New York, di cui fu Direttore dal 1908 al 1915, e uno dei momenti di maggior successo fu la direzione della prima di Fanciulla del West di Giacomo Puccini. Nel 1928 divenne “principal conductor” dell’Orchestra Filarmonica di New York.

Nel corso della Prima Guerra Mondiale si schierò contro la politica tedesca; nel 1931, poi, si rifiutò di dirigere l’inno fascista e la marcia reale.

Nel 1936 inaugurò l’Orchestra di Palestina, mentre nel 1937 a New York iniziò la diffusione delle sue interpretazioni tramite trasmissioni radiofoniche, grazie ad un’orchestra nata appositamente per questo. Nel 1946 tornò in Italia per dirigere il concerto inaugurale della Scala dopo i lavori di ricostruzione realizzati alla fine della guerra.

Per Toscanini il ruolo di direttore era strettamente legato ad una lettura lucida del testo musicale e considerava l’orchestra uno strumento che non doveva mai smettere di vibrare.

Morì a New York il 16 gennaio 1957.

Fonti per elaborazione: Link

Condividi