Località

Comune di San Secondo Parmense, 18 km da Parma

Periodo di apertura

Dal 28 marzo al 29 novembre

Descrizione

La Rocca dei Rossi di San Secondo Parmense, prima fortezza medievale poi sfarzosa residenza rinascimentale, fu abitata da una delle famiglie più illustri del Parmense: i Rossi.
All’interno della Rocca si trova superba la Sala delle Gesta Rossiane; suggestivo e unico il racconto, in 17 riquadri, dell'”Asino d’Oro” di Apuleio.
La Rocca dei Rossi di San Secondo custodisce interventi artistici di allievi di Giulio Romano, Baglione, Samacchini, Bertoja, Procaccini, Paganino.

Storia

Da fortezza medievale a sfarzosa residenza rinascimentale, la Rocca dei Rossi ha ospitato una delle famiglie più illustri del Parmense, i Rossi. Gli interventi artistici di allievi di Giulio Romano, del Baglione, del Samacchini, del Bertoja, del Procaccini, del Paganino equiparano la sontuosità della Rocca alle corti medicee e gonzaghesche, strettamente legate al casato di San Secondo. All’interno della Rocca superba la Sala delle Gesta Rossiane, suggestivo ed unico il racconto, in 17 riquadri, dell’Asino d’Oro, emozionanti gli allegorici modelli mitologici e fabulistici, questi ultimi sottolineati da pertinenti aforismi. L’imponente apparato di affreschi è ancora oggi perfettamente conservato.

Fonte: Associazione dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza – Link
Immagini per gentile concessione di Archivio Fotografico Castelli del Ducato di Parma e Piacenza.

Condividi