Come si presenta?

La Rocca di Soragna è un maniero medioevale riedificato nel 1385. La Rocca è una dimora storica, arricchita nel tempo di innumerevoli opere d’arte e di inestimabili testimonianze del passato, è sempre rimasta di proprietà dei Principi Meli Lupi che ancora oggi la abitano.

La rocca è citata come un esempio prezioso del primo Barocco: le sue sale, infatti, conservano inalterati gli originari mobili e arredi, realizzati e dorati in buona parte a Venezia, che spiccano per sontuosità ed eleganza. Per questo è da molti considerata una delle più sontuose dimore d’Italia cornice ideale per matrimoni da favola. Le Sale sono affrescate e arredate con mobili del primo barocco.

Circondato su due lati da un affossato privo di acqua, il castello si apre all’esterno tramite un ponte in muratura edificato nel ‘600 in sostituzione dell’originario ponte levatoio. L’accesso al castello è vegliato da due superbi leoni di pietra che tengono una palla tra le zampe anteriori. La Sala del Bocchirale, che mette in comunicazione il cortile col giardino, reca al suo interno uno splendido arazzo francese del ‘600 trapuntato con perline e raffigurante animali esotici, proveniente, per eredità, dal castello di Lux in Borgogna. La sala del Baglione, o “delle grottesche” , è detta così perché fu affrescata dal pittore cremonese Cesare Baglione (sec. XVI), che trovò la sua espressione artistica più efficace nella rappresentazione delle cosiddette “grottesche”. Si sale al primo piano attraverso lo scalone d’onore realizzato dai fratelli Puignaghi di Brescia su progetto dell’architetto piacentino Carlo Virginio Draghi. La balaustra è in marmo rosso di Verona con sette putti in pietra bianca.

Il giardino

Il giardino del Castello di Soragna presenta, oggi, i tratti del parco all’inglese, con vialetti tortuosi che si addentrano tra piccole colline e gruppi di grandi alberi piantati in modo da creare scorci e nuove prospettive, che danno l’illusione di un giardino quasi senza confini. Numerose le specie botaniche presenti tra cui si segnala l’albero di noce d’America (Juglans nigra), fra i più grandi d’Europa, faggi giapponesi, ginkgo biloba , magnolie, ippocastani, robinie, noccioli e acacie, oltre ad una notevole varietà di fiori.

Per il testo si ringrazia la Rocca di Soragna e per alcune delle foto si ringraziano l’Associazione I Castelli del Ducato di Parma, Piacenza e Pontremoli e la Rocca di Soragna

Piazza Bonifacio Meli Lupi,5
43019 Soragna, Parma

E-mail: diofebo.melilupi@libero.it
Telefono: +39 0524 597978

Ti potrebbe piacere anche

Lascia un commento