Al MuMAB su due Ruote

by Redazione

Il Mare Antico della Pianura Padana

I PROCESSI EROSIVI DEL TORRENTE, IN GRAN PARTE NATURALI, HANNO PORTATO ALLA LUCE NUMEROSI FOSSILI DELL’ERA TERZIARIA E QUATERNARIA APPARTENENTI AI SEDIMENTI MARINI DELLA PIANURA PADANA. PROPRIO IN QUESTA ZON, PROTETTA DAL PARCO, SONO STATI RINVENUTI I RESTI DI TESTUGGINI, CONCHIGLIE, FLORA ANTICA E VARI CETACEI TRA CUI TRE ESEMPLARI DI BALENOTTERE. IL REPERTO PIÙ IMPORTANTE È LA PLESIOBALENOPTERA QUARANTELLII, RINVENUTA DAL PALEONTOFILO RAFFAELE QUARANTELLI E OGGI PEZZO FORTE DEL NUOVO MUSEO MARE ANTICO E BIODIVERSITÀ.

Che cosa separa il centro di questa radiosa cittadina dalla più antica storia della pianura padana? Più o meno 10 km e qualche milione di anni.
Quello che hai deciso di percorrere oggi non è solo un itinerario in bicicletta ma un vero e proprio viaggio nel tempo. Meglio partire in mountainbike, ti ritroverai infatti sul sentiero che costeggia il Torrente Stirone, all’interno dell’area protetta del Parco dello Stirone e del Piacenziano. Partendo dalla stazione non ci vorrà molto per raggiungere l’ingresso della ciclabile verso il Parco dello Stirone. L’argine destro del torrente ti accompagnerà fino a San Nicomede, dove si trova il nuovo museo MuMAB, situato più precisamente nel podere Millepioppi.

Il Museo Mare Antico e Biodiversità custodisce la più importante collezione geo-paleontologica esistente riguardante il Bacino Padano. All’interno sono conservati i fossili di tre balenottere di 10 milioni di anni. Si tratta di Giorgia, Beatrice e Matilde, recuperate dal paleontofilo Raffaele Quarantelli nel greto del torrente. La collezione permette di raccontare i processi evolutivi della pianura padana in un arco di tempo compreso tra il Miocene Medio e il Pleistocene, proiettando il visitatore in un mondo lontano, quando il “mare antico” copriva tutto il Nord Italia. Insieme a questo la sezione naturalistica che racconta gli habitat dell’oggi nel Parco. Dopo una doverosa visita guidata non ti resta che invertire il senso di marcia e ritornare verso Fidenza, ripercorrendo la strada che ti ha portato fino a qui.

CARATTERISTICHE

PARTENZA/ARRIVO Fidenza FS
LUNGHEZZA 15,5 km
DISLIVELLO 45 metri
ALTIMETRIA min 75 – max 120
TIPO DI STRADA asfalto e sterrato
DIFFICOLTÀ facile

PUNTI DI INTERESSE

DOWNLOAD

Per aprire un itinerario per cellulare dovete aver installato sul dispositivo un’applicazione adatta ad aprire file kml, ad esempio Google Earth. I file GPX devono essere installati sul gps utilizzando le applicazioni fornite dal produttore.

Ti potrebbe piacere anche